Vivere consapevolmente le proprie emozioni vecchio

Siamo da sempre stati abituati a vivere le nostre emozioni senza prestare loro attenzione.

Se siamo felici non respiriamo quella felicità ma ne beneficiamo nelle attività che facciamo… allo stesso modo se siamo tristi ne risente il nostro fare.

Oggi tutti prestiamo attenzione a ciò che facciamo rispetto a quello che proviamo!

E se per le emozioni che noi consideriamo positive, gioia, felicità, eccitazione, ecc, è piuttosto semplice decidere di fermarsi e cercare di goderne appieno, questa stessa possibilità non viene data alle emozioni considerate “spiacevoli”, rabbia, paura, tristezza e soprattutto dolore.

Vivere queste emozioni liberamente è difficile, abbiamo tutti la tendenza a “nascondere la polvere sotto il tappeto” soprattutto per quanto riguarda il dolore.

Il dolore, più di tutti, per essere davvero superato deve essere accolto e vissuto.

Fa molto male pensare di riaprire porte o cassetti della mente e del cuore che con grande fatica sono stati chiusi ma solo con la piena e consapevole accettazione di quello che si è provato si potrà andare avanti.

Questa modalità di affrontare le situazioni è comune in molte situazioni, malattie, lutti, separazioni.

Nel momento in cui ci arriva la comunicazione, arriva l’emozione e con essa la tua “forza” per mandarla via impegnandoti in attività per “non pensarci”.

Alla fine …stremati dal lavoro fatto si è anche convinti di aver superato il dolore, ma lo abbiamo davvero vissuto, ci siamo dati il tempo di soffrire?

Si ha spesso l’illusione di aver superato il dolore perchè si è andati avanti…ma se quando si parla di quella precisa situazione, si sta ancora male, si prova un forte dolore, ci si blocca, si cerca di evitare situazioni che possano portare alla mente quei momenti vuol dire che non si è superato, si è solo nascosto tutto.

Vivi il dolore che provi affrontando un pezzo alla volta tutte le emozioni associate a quell’evento, non giudicarti per quello che hai provato, non sentirti in colpa, accoglile per quelle che sono state e per quello che ancora oggi ti fanno sentire ed essere.

Il percorso da fare non è facile ma è l’unico modo che hai per accettare quello che ti è successo e andare avanti godendo di tutto quello che hai.

Dott.ssa Veronica Cardinale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Switch to mobile version