Le paure dei bambini

La paura è una delle emozioni fondamentali ed ha la funzione di preparare il nostro corpo ad affrontare un pericolo o una situazione potenzialmente pericolosa.

La paura ha due componenti:

  • Biochimica : attivazione dal parte del nostro sistema nervoso centrale che comporta reazioni fisiche come possono essere ad esempio il batticuore, tremori, ecc. E’ una reazione fisiologica presente anche negli animali.
  • Emotiva: tipica dell’uomo, è la reazione che abbiamo di fronte ad uno stimolo dovuta a pensieri e credenze relative a situazioni analoghe.

Le paure nei bambini sono state divise in tre grandi famiglie:

  • Paure innate : sono quelle paure presenti dalla nascita e legate all’immaturità del sistema nervoso del bambino che impedisce una corretta elaborazione degli stimoli sensoriali. Ne sono esempi la PAURA DEI RUMORI FORTI, PAURA DI CADERE, PAURA DEGLI SPAZI AMPI, PAURA DELLA SEPARAZIONE, ECC.
  • Paure legate all’età: compaiono di fronte a situazioni nuove e spesso sono accompagnate dalla difficoltà di distinguere ciò che è reale da ciò che non lo è. Ne sono esempi LA PAURA DEI MOSTRI, PAURA DEL BUIO, PAURA DELLA MORTE, PAURA DI GRANDI ANIMALI, ECC.
  • Paure apprese: sono quelle paure che nascono o a seguito di un evento traumatico o possono essere apprese per imitazione da una figura di riferimento (genitore – amico), oppure possono essere legate all’inserimento in nuovi contesti. Ne sono esempi la PAURA DEGLI INSETTI, LA PAURA DI SBAGLIARE, LA PAURA DI ESSERE ESCLUSI, LA PAURA DI FARSI MALE, ECC.

COME POSSIAMO AIUTARE I BAMBINI AD AFFRONTARE LE LORO PAURE?

Verbalizzare di cosa si ha paura non è semplice, più i bambini sono piccoli più sarà frequente la strategia di evitamento, diranno semplicemente, “non voglio andare, non voglio fare …”.

Vi lascio qui alcuni consigli pratici da seguire:

  1. Accogli sempre le paure dei bambini ascoltandoli con attenzione e cercando di immedesimarti in loro.
  2. Non sminuire mai quello che ti stanno dicendo e non denigrare mai quella paura.
  3. Cerca di capire bene la causa di quella paura.
  4. Rassicura tuo figlio che sei lì per lui e chiedigli cosa puoi fare per aiutarlo.
  5. Prova a spiegargli le emozioni e le sensazioni fisiche che sta sentendo usando parole semplici e facendo degli esempi.
  6. Proponi delle soluzioni pratiche e concrete per superare la paura.

LE PAROLE CHIAVE PER AIUTARE UN BAMBINO SONO SEMPRE:

RISPETTO – AMORE – ATTENZIONE – CONDIVISIONE – PAZIENZA

Siamo stati tutti bambini ma nessuno di noi si ricorda delle paure che abbiamo provato.

Entriamo in sintonia con le nostre emozioni e parliamo con i bambini in maniera chiara di tutto ciò che succede. La vera comunicazione è quella che liberamente affronta tutto.

Dott.ssa Veronica Cardinale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Switch to mobile version