Genitori separati con figli piccoli

La separazione dal coniuge è una situazione di grande cambiamento che porta alla necessità di una riorganizzazione personale e familiare in tempi relativamente rapidi.

Qualunque sia il motivo della separazione, sentimenti di insicurezza personale e fragilità emotiva, sono tra i più vissuti soprattutto quando questa decisione include dei figli.

Per prima cosa bisogna tener presente che a seconda dell’età dei figli, i vissuti e le strategie da mettere in atto sono profondamente diverse, elemento costante da cui partire però è la necessità di STABILITA‘ che hanno i figli a qualsiasi età.

COSA PROVANO I FIGLI PICCOLI?

  • Si sentono in colpa
  • Si sentono soli
  • Hanno paura di essere abbandonati
  • Si sentono impotenti spettatori della riorganizzazione familiare

CHE REAZIONI HANNO:

Sotto i 3 anni ci possono essere regressioni comportamentali e nel linguaggio. Maggiore o costante richiesta di presenza del genitore, disturbi del sonno o difficoltà con il cibo.

Dai 3 anni fino ai 9-10 anni possiamo notare un aumento dell’aggressività che si può evidenziare sia nel comportamento che nel linguaggio. Atteggiamenti violenti in famiglia ma anche nel gruppo di pari si affiancano a grandi momenti di tristezza e solitudine. Il bambino ha una maggiore consapevolezza della situazione e ha paura di perdere i genitori, ha nostalgia verso il genitore che non vive più con lui e spera in una riconciliazione.

COME POSSIAMO AIUTARLI?

  •  ASCOLTIAMOLI! Ascoltiamo tutto quello che ci dicono con le parole e accogliamo quello che ci manifestano con i gesti, le azioni e il loro corpo
  • Non poniamo loro domande dirette ma rispettiamo i loro tempi
  • Non nascondiamo le nostre emozioni di tristezza ma non pensiamo che loro provino lo stesso
  • Rispondiamo sempre onestamente alle loro domande
  • Non denigriamo mai l’altro genitore
  • Non stravolgiamo tutte le loro routine e i loro spazi contemporaneamente ma lasciamo il tempo che questi si adattino piano piano al cambiamento
  • Rendiamoli sempre partecipi e attivi nelle decisioni di incontri con l’altro genitore.
  • Non alimentiamo speranze di riconciliazione per quanto spiegategli che sono normali.

RICORDIAMOCI SEMPRE CHE SI SEPARANO DUE GENITORI E NOI I GENITORI DAI LORO FIGLI.

Dott.ssa Veronica Cardinale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Switch to mobile version